mercoledì 10 gennaio 2018

Del Morire Trafitto da un Manifesto (doveva scriverle insieme, doveva cantarle insieme). Dio - la Cameriera - benedica i CCCP, e perdoni Ferretti.


Non so dei vostri buoni propositi perché non mi riguardano
Esiste una sconfitta pari al venire corrosi che non ho scelto io, ma è dell'epoca in cui vivo
Condotti da fragili desideri
Tra puro movimento e in moto
Non si svende, neanche se non funziona
E data l'ora, l'aspetto, la cattiva reputazione
Le voglie sconfinate
La necessità di infinito
Nel bel mezzo del Progresso
Di diversi colori
Tra i quali il nero, il verde e il Moderno
Tifiamo Rivolta
Con sospetti
Automatiche simpatie
Grande la confusione, sopra e sotto il cielo
Osare l'impossibile
Osare, osare e perdere
Trafitto sono
E trapassato dal futuro
E mi ricordo di discorsi belli, tondi e ragionevoli
Belli, tondi e ragionevoli, mi ricordo di discorsi
Cerco una persona
Cerco una persona
Il cielo è sopra e sotto
Ci si può solo perdere
(in) Fragili desideri
A volte indispensabili
A volte no

Produci, consuma, crepa.







Nessun commento:

Posta un commento